TORTA 12 CUCCHIAI ALLA FRUTTA-RICETTA SEMPLICE

Dopo queste settimane di ricette di primi, mi mancavano proprio le ricette dolci.

Ecco che con la frutta estiva ho rifatto la ricetta della Torta 12 Cucchiai , se non l’avete mai provata vi assicuro che è la torta perfetta da fare e rifare, soprattutto in vacanza quando magari non si ha a disposizione una bilancia e tutti gli attrezzi necessari per cucinare, ma non si vuole comunque rinunciare ad un buon dolce fatto in casa.

L’avevo già postata l’anno scorso nella versione classica e senza frutta QUI trovi la ricetta.

Questa volta avevo un po’ di frutta da consumare quindi Questa è stata la scelta migliore.

È davvero una torta sofficissima, e con la frutta lo sarà ancor di più, inoltre risulta ancora più profumata , succosa e umida.

Una torta da fare assolutamente se si cerca qualcosa di semplice e gustoso.

Come dice appunto il nome, l’unità di misura è il cucchiaio, scegliete voi quale utilizzare ( non i cucchiaini ma preferibilmente i cucchiai da tavola ). Potete comunque utilizzare anche un cucchiaio leggermente più grande senza esagerare, io ho usato un cucchiaio di legno che si usa per il sushi quindi come capienza è leggermente più grande del classico cucchiaio da cucina.


INGREDIENTI :

  • 12 cucchiai di farina
  • 12 cucchiai di zucchero
  • 12 cucchiai di latte o acqua o succo di frutta ( io latte di riso )
  • 10 cucchiai di olio di semi
  • 3 uova medie
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 bustina di vanillina o 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • Buccia grattugiata di un limone
  • Frutta a scelta ( io 2 kiwi , 15 acini di uva rossa, 10 ciliegie , 2 susine , 1 pera piccola , 10 fragole piccole, 2 pesche piccole, 1 passion fruit , 1 banana matura )

PROCEDIMENTO :

  1. Iniziate montando le uova con lo zucchero per qualche minuto fino a farle diventare chiare e spumose .
  2. Sempre con le fruste in azione , aggiungete prima l’olio a filo e poi il latte ( o l’acqua o il succo di frutta ) a filo .
  3. Setacciate insieme la farina e il lievito , aggiungetelo in più riprese sempre con le fruste in azione ; aggiungete anche la vanillina e la buccia del limone .
  4. Lavate accuratamente la frutta che avete scelto, togliete i semi e la buccia ( se necessita ) poi tagliatela a pezzetti e aggiungeteli al composto.
  5. Mescolate per bene.
  6. Trasferite il composto in uno stampo imburrato e infarinato , infornate nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti .
  7. Fate sempre la prova stecchino per assicurarvi che sia completamente cotta , i tempi di cottura sono sempre diversi in base al proprio forno .
  8. Fatela raffreddare prima di estrarla dallo stampo prestando attenzione perché è davvero morbida e potete rischiare di spaccarla se è ancora calda.

QUI trovi altre ricette con la Frutta.

QUI trovi altre ricette con i Kiwi.

QUI trovi altre ricette con le Fragole.

QUI trovi altre ricette con le Ciliegie.

QUI trovi altre ricette con l’Uva.

QUI trovi altre ricette con le Susine.

QUI trovi altre ricette con le Pesche .

QUI trovi altre ricette con le Banane.

QUI trovi altre ricette con le Pere.

QUI trovi altre ricette di Torte.

SE STAI CERCANDO QUALCHE RICETTA IN PARTICOLARE O UN INGREDIENTE SPECIFICO, IN BASSO NELLA SEZIONE ” CERCA ” , PUOI SCRIVERE QUELLO CHE STAI CERCANDO E VERRAI INDIRIZZATO DIRETTAMENTE ALLA RICETTA.
SE PROVI LE MIE RICETTE, INVIAMI LE TUE FOTO SUINSTAGRAM,@RAMONA_STORIEDICUCINA,  TAGGAMI E USA L’HASHTAG #RAMONASTORIEDICUCINA, IO SARÒ FELICE DI PUBBLICARLE NELLE STORIES.
SCHIACCIA QUI PER VEDERE LE RICETTE RIFATTE DA VOI. LE TROVI NELLESTORIE IN EVIDENZA SU INSTAGRAMNELLA SEZIONE– RIFATTE DA VOI

Correlati

Polpette di lenticchie avanzate, una ricetta facilissima e golosa per fare le polpette di lenticchie avanzate. Con le ricette di Riciclo vado sempre...

Insalata di radicchio, hai mai provato a fare un insalata di radicchio sana ma anche gustosa? Anche se non sono proprio solita pubblicare ricette di...

Le patate dolci, o patata americana, o ancora la batata ( ha davvero tantissimi nomi ) ,mi piacciono troppo. A dimostrazione di questo, ci sono...